MOTHERLAND

Progetto di supporto all’integrazione dedicato ai cittadini del quartiere di Santa Croce a Reggio Emilia

La proposta che vi sottoponiamo mira a istituire un punto di riferimento per i cittadini del quartiere di Santa Croce, in particolar modo quelli di origine straniera. Garantendo a tutti basilari servizi di traduzione, mediazione e rappresentanza gratuita.

Un luogo fisico dove si possa trovare gratuitamente un adeguato supporto linguistico e culturale, che accompagni i cittadini nello svolgimento di tutte le attività legate alla cittadinanza, all’interazione con le pubbliche amministrazioni e le istituzioni scolastiche, che li supporti a fronte di complesse leggi e iter burocratici.

Sviluppare un integrazione basata sul senso civico e sulla regole comuni della convivenza, improntando in tutti gli abitanti del quartiere un comportamento di cittadinanza, bilanciando diritti e doveri.

Il progetto, benché improntato all’assistenza dei cittadini di origine straniera ed all’abbattimento del deficit linguistico-culturale è rivolto a tutta quella parte di cittadinanza che ha difficoltà a superare ogni tipo di ‘gap’: che sia tecnologico (accesso & uso di internet), di complessità amministrativa (impossibilità nel fruire di servizi per incapacità nel espletamento di iter e raccolta documenti), economico (accesso a consulenze e analisi specialistiche: quali avvocati, consulenti economici). Questi ultimi deficit sono presenti in maniera elevata anche nelle fasce di popolazione Italiana più anziana e con istruzione scolastica di primo livello.

Ospitando programmi di lingua Italiana che oltre ad abilitare i cittadini al titolo necessario per ottenere di cittadinanza Italiana, siano improntati ad un reale apprendimento linguistico (con particolare attenzione al lessico amministrativo, burocratico, scolastico ed economico/familiare).

L’obbiettivo esplicito è quello di far diventare ogni cittadino, un cittadino di serie A, capace di utilizzare adeguatamente ogni risorsa che le istituzioni (di ogni livello e grado) gli mettono a disposizione, rapportandosi in maniera adeguata con le leggi e regolamenti.

PRESENTAZIONE e PREMESSA

L’associazione MOTHERLAND ubicata in Via Adua nel cuore del quartiere di Santa Croce, si occupa già di fornire tale aiuto ai cittadini stranieri, tentando di abbattere ogni ostacolo essi incontrino nel loro “essere cittadini”.

Gli abitanti del quartiere si rivolgono a noi per sottoporci ogni tipo di bisogno, che spesso si riduce alla mera traduzione di documenti: dalle pagelle scolastiche dei figli, ai verbali delle assemblee condominiali, alle fatture di Luce e Gas (Conguagli, solleciti, avvisi di distacco etc.)

Molti cittadini si rivolgono a noi per la compilazione (sempre più spesso telematica) dei più vari e disparati moduli, oltre che richiedere la redazione di lettere in italiano per comunicare con

Amministratori Condominiali, Uffici aziendali o società di recupero crediti, o per la scrittura di un Curriculum Vitae.

Casi più complessi sono invece quelli nei quali si manifesta un bisogno di rappresentanza per far valere i propri diritti nei confronti di altri soggetti, puntando a colmare anche un deficit di conoscenza legislativa, che normalmente li pone in condizione di inferiorità tra e parti: come la mediazione tra inquilino e proprietario di casa per un accordo sul rientro di morosità, alla partecipazione in qualità di traduttore in atti ufficiali quali Compravendita/Mutui; richiedendo quindi conoscenze tecnico – amministrative e non solo lessicali.

Le richieste di questo tipo sono aumentate da quando l’amministrazione comunale si è trovata costretta a chiudere la sede della circoscrizione situata in Villa Cougnet, percepita dai cittadini di quartiere come il primo punto di contatto con l’amministrazione cittadina.

Il comune ha già patrocinato nel 2014 una nostra iniziativa che consisteva in quattro incontri rivolti alla cittadinanza, concordati e svolti con la partecipazione della Dott.ssa Notari Marina, i quali hanno avuto un ottimo riscontro ed una discreta partecipazione.

Gli incontri miravano ad informare la cittadinanza, in particolare quella di origine straniera in merito ad altrettanti temi:

  • Articolazione e competenze dei servizi a Reggio Emilia
  • Regole e comportamenti della vita in condominio
  • La legislazione Italiana in materia di immigrazione: diritti e doveri, documenti, soggiorno e ricongiungimento
  • L’organizzazione dello stato Italiano e la sua costituzione

PROPOSTA

Ci proponiamo di istituire all’interno dei nostri locali situati in via Adua 39, all’incrocio con via Blignì (la strada che conduce a Piazzale Europa) un punto patrocinato dal comune nel quale i cittadini, stranieri e non, possano trovare informazioni, indirizzo, traduzioni, mediazione, rappresentanza e istruzione. E nel quale l’amministrazione comunale senza alcun onere economico, possa intervenire, utilizzando il nostro personale per fornire e promuovere alla cittadinanza di quartiere il proprio operato e le proprie iniziative.

PUNTO INFORMAZIONI: aperto sei giorni su sette, per oltre dieci ore al giorno, al quale poter porre domande sui servizi comunali e non solo. Dove personale competente possa dare risposte concrete e precise alle esigenze.

INDIRIZZO: istruire il cittadino in merito all’ufficio competente (Comune, provincia, Ufficio Scolastico, Questura, Asl, tribunale etc.) avendo cura di informarlo relativamente ai documenti necessari all’espletamento della pratica. Questo servizio potrebbe svilupparsi ulteriormente se le amministrazioni in questione (in virtù anche di una propria semplificazione del lavoro) accettassero di lavorare le pratiche in back office, certe che la documentazione sarà preventivamente ed interamente raccolta, compilata e verificata dal personale di supporto.

PROGETTO MIGRANTI: istituzione di un progetto cofinanziato che miri ad introdurre i migranti ospitati presso le preesistenti strutture del quartiere, in progetti di volontariato, studio e di lavoro, finalizzate da un lato ad accrescere e sviluppare in questi soggetti le proprie capacità ed abilità tecnico/lavorative, sociali ed educative (creando un collegamento tra la loro esperienza in accoglienza e le loro vite nel paese di origine);  e dall’altro costituiscano un servizio riconosciuto di pubblico interesse (far sì che la cittadinanza percepisca queste persone come un valore aggiunto alla società nel suo complesso, incrementando il capitale sociale del territorio, ribaltando lo stereotipo comune che vede tali persone come pesi per la collettività)

TRADUZIONI: mettere a disposizione della cittadinanza straniera, personale che abbatta il deficit linguistico che molte persone si trovano quotidianamente ed affrontare, non solo in merito ai rapporti con le istituzioni e gli enti locali, ma in ogni ambito esso si presenti. Con particolare cura alle situazioni connesse agli istituti scolastici.

MEDIAZIONE: informare e accompagnare tutti i cittadini nelle situazioni più complesse, o nelle quali è richiesto un elevato livello di conoscenze tecnico/ammi.ve. L’obbiettivo è quello di mettere tutti i cittadini in grado di comprendere le alternative di scelta e le relative conseguenze.

RAPPRESENTANZA: ricevere delega dai cittadini, stranieri e non, e svolgere per proprio conto iter burocratici che (per difficoltà linguistiche, tecniche o legislative) non sono in grado di affrontare in autonomia. Mettere a loro disposizione un know-how vasto e omnia-settoriale, al quale difficilmente potrebbero attingere se non ad un costo elevato.

ISTRUZIONE: ospitare presso la nostra aula conferenze, corsi di Italiano atti al reale apprendimento della lingua, oltre che al conseguimento dell’attestato necessario all’ottenimento della cittadinanza. Dando particolare attenzione al lessico burocratico (fatto di moduli, pratiche, procedure ed uffici specifici) che sempre più spesso incontrano e con il quale non riescono a confrontarsi.

RICHIEDI ORA
IL TUO PREVENTIVO

Contatta il nostro team per avere il tuo preventivo personalizzato e gratuito.